29.01.24, L’inverno è il momento più fecondo dell’anno.

Etimologia: Il nome deriva dal latino «hiběrnum», «stagione del freddo» (in riferimento al tempo), e dall’aggettivo «hibernus». Secondo il folklore il nome inverno deriverebbe da Averno (cioè il regno dell’Ade), si tratterebbe di una variazione della parola Avernus che deriva dal greco άορνος (senza uccelli).

L’inverno è il momento che segna la fase di chiusura di un ciclo naturale e l’inizio di un nuovo ciclo di rinascita. Non è un caso che il passaggio che segna la fine e l’inizio dell’anno si celebri proprio in questa stagione.

In inverno, quando l’energia della Natura sembra apparentemente immobile, siamo in verità nella stagione più feconda dell’anno. La natura invita in inverno a ritirarsi al proprio interno, a guardare dentro se stessi in silenzio per raccogliere le consapevolezze maturate nell’anno appena trascorso.

In questo periodo la natura è nella sua fase di gestazione più intensa ma anche di massima contrazione. I semi sono scesi nelle profondità del terreno e sono in fase di riposo per prepararsi a risalire verso l’alto appena sarà il momento di germogliare.

Possiamo quindi portare alla consapevolezza questo processo “INVERNALE” dentro di NOI e cominciare quindi a renederci “fecondi” e lasicare che tutti i nostri semi, le nostre intenzioni stiano nel buio del nostro essere più intimo, animati dalla luce del nostro cuore, da quella calda e sempre viva energia dentro di noi che si raccoglie, si fa più intima e pura. Così facendo saremo capaci di ritornare all’essenza del nostro essere più intimo, per poi, in primavera, rinasciere e divenire ciò che nell’inverno abbiamo imparato ad essere.

In questo momento della mia vita, in quale Stagione mi trovo? Le Stagioni, ricordandoti l’eterna presenza del Ciclo Nascita/Morte/Rinascita, ti preparano ad apprezzare il ruolo che questo Ciclo svolge nella tua stessa esistenza portandoti ad un rinnovamento che non ha mai fine.

L’Autunno e l’Inverno sono le due Stagioni principalmente legate al Femminile, quelle in cui prevale l’energia dell’essere. Il flusso energetico quindi, che regredisce in Autunno e “scompare” in Inverno, è principalmente rivolto verso l’interno. Autunno ed Inverno, pertanto, rappresentano la fase di elaborazione e di coscienza del Ciclo Stagionale.  

RIFLESSIONE

Ora che, a grandi linee, hai presente l’aspetto simbolico associato all’Inverno, prenditi un po’ di tempo per riflettere sul Ciclo Stagionale, in particolare quello invernale, sui ritmi della Natura e su come questi movimenti si adattano alla tua interiorità. Rifletti sui tuoi cicli interiori, sui tuoi diversi momenti e su come riesci ad adattare a questi momenti la tua vita e la tua creatività. Puoi porti qualche domanda e rispondere con i tuoi tempi mettendo su carta ogni tua riflessione senza alcun giudizio, eccone alcune per inziare…

  • Mi sento in sintonia con l’Inverno?
  • Per quale motivo?
  • Cosa racconta di me questa Stagione?
  • Quali corrispondenze trovo con il mio modo d’essere?
  • Cosa posso fare per diventare più ricettiva/o?
  • In questo momento della mia vita, in quale Stagione mi trovo?
  • Per me questo è il momento di osare nuovi inizi o di concludere qualcosa?

Buon processo INVERNALE a tutti noi.
Gassho Roberto

Per ri-connetterti
con l’energia dell’Inverno
Policrea in collaborazione
con RoYa è lieta di invitarti
ad un workshop d’INVERNO
dove riscoprire il ritmo
delle stagioni in armonia
con il nostro essere. 

SE VUOI SAPERNE DI PIU’
SCARICA IL PDF QUI SOTTO.

Ti aspettiamo in armonia
Namaste-Gassho
RoYa